In ordine alfabetico:

Alessandro Bonino, uno che offre volentieri dei pranzi se è di buonumore e nella sua città (Cuneo).

Marco Manicardi, legge con l’accento delle sue parti (Carpi), ma prima deve essersi scritto tutto.

Diego Viarengo, sta affrontando con fatica la crisi, dei trenta.

Abbiamo aperto un blog che si chiama La prosa della domenica perché una volta abbiamo chiesto su Twitter alla casa editrice Einaudi che ci ristampasse per favore I ferri del mestiere di Fruttero e Lucentini, visto che non si trovava più nelle librerie, inspiegabilmente, da un po’ di tempo. È successo che poi l’hanno ristampato davvero. È andata così.