Crea sito
Tag: 19 maggio 2013

Una grande Festa di Liberazione dalla Schiavitù del Nuovo e dell’Ultima Novità

Una volta F&L vennero invitati a parlare alla Fiera del Libro di Francoforte:

«Serse – citammo letteralmente e coraggiosamente [i Parerga und Paralipomena di Schopenhauer] – pianse, secondo Erodoto, contemplando il suo immenso esercito e riflettendo che di tutti quei guerrieri, di lì a cento anni, nessuno sarebbe più stato in vita. E chi non piangerebbe, contemplando il poderoso catalogo della Fiera, se riflettesse che di tutti quei libri non uno sarà più in vita tra dieci anni?»
Seguì un così lungo momento di silenzio da farci pensare che la cosa migliore sarebbe stata di salutare e ritirarci. Poi tutta la sala, comprese le prime file, occupate principalmente da editori e librai, scoppiò nel più caloroso, gioioso, fragoroso applauso che ci fosse mai toccato.
E proprio allora – per una soprannaturale coincidenza – le campane della vicina Cattedrale si misero a suonare a festa, portando al colmo l’entusiasmo e la gioia di tutti. Le risate e i battimani non finivano più. Era come se l’inaugurazione della Fiera, all’improvviso, si fosse trasformata in una grande Festa di Liberazione dalla Schiavitù del Nuovo e dell’Ultima Novità.

(Fruttero & Lucentini, I ferri del mestiere)

Ecco. Forse ve l’abbiamo già detto, ma noi tre prosatori domenicali proprio domenica leggiamo e presentiamo al Salone del Libro di Torino I ferri del mestiere, questa bella non-novità che abbiamo fatto ristampare.

Ci trovate dalle 15.30 alle 16.30 al Salone OFF, presso SPAZIO INCONTRI OPEN, nel Complesso Sportivo Trecate in Via Trecate 46 a Torino.
(Qui c’è il link alla pagina ufficiale del Salone; qui c’è l’evento fb.)

Non mancherà certo l’occasione per citare Schopenhauer.

19 maggio: La prosa della domenica (di domenica) al Salone Off di Torino

E precisamente:

dalle 15.30 alle 16.30
allo SPAZIO INCONTRI OPEN
c/o Complesso Sportivo Trecate
in Via Trecate, 46
Torino

 prosadomenicattorino1

(c’è anche a pag. 32 del programma ufficiale)

L’altra volta è stato bello, ed era un venerdì.